051 6360565 - 051 391884 info@centro-dermatologico.it

VEGACHECK: ESAME PER LA VALUTAZIONE FUNZIONALE

Il VEGACHECK è un’apparecchiatura medica progettata per evidenziare le alterazioni funzionali del nostro organismo, accompagnate da sintomi vaghi e aspecifici come la debolezza, la mancanza di concentrazione e le alterazioni del sonno. Le cause di questi disturbi funzionali sono moltissime: inquinamento ambientale, intolleranze alimentari, errori dietetici, infezioni e infestazioni parassitarie, stress psicofisico e metalli pesanti, per citarne solamente alcuni. Tutti questi argomenti sono oggetto di studio della Medicina Funzionale Regolatoria, branca della medicina il cui metodo clinico è basato sullo studio della risposta dei sistemi biologici allo stress.

Come si esegue l’esame con il VEGACHECK

L’analisi con il VEGACHECK è innocua, indolore e non invasiva, è dura appena 8 minuti. Durante l’esame il paziente è collegato a tre coppie di elettrodi, disposte su fronte, mani e piedi. Gli elettrodi emettono speciali correnti elettriche a 13 Hertz, così lievi da non essere avvertite, che attraversano tutto il corpo. Gli stessi elettrodi sono anche in grado di analizzare le reazioni a tali correnti, individuando eventuali alterazioni a livello di un preciso segmento corporeo o di un organo.

 

Le informazioni cliniche che si ottengono con il VEGACHECK

L’esame con VEGACHECK, utilizzato dalla medicina complementare, indica la capacità di regolazione e le riserve energetiche del nostro organismo. Evidenzia, inoltre, qualora presenti, le condizioni di acidosi della matrice extracellulare. L’utilizzo del VEGACHECK in campo sportivo può aiutare nella scelta dei muscoli da potenziare, indicando con accuratezza anche gli orari da preferire per gli allenamenti.

Sviluppo del metodo VEGACHECK

I risultati di laboratorio sono negativi! Ciò nonostante il paziente continua a lamentare disturbi. Sempre più spesso si incontrano queste situazioni negli ambulatori: aumentano i pazienti con sintomatologia ben specifica, ma per i quali non si riesce a formulare una diagnosi clinico-morfologica. Non c’è dubbio che questi cosiddetti “disturbi funzionali” siano sintomi dei nostri tempi. Possono essere causati, per esempio, da: alimentazione
errata, tossine ambientali, geopatie, elettrosmog, funghi, parassiti, metalli pesanti oppure stress. Ne conseguono: disturbi funzionali, immunodepressione, carenza energetica, allergie, disturbi del sonno e altri sintomi mutevoli. Da tempo la VEGA ha posto la propria attenzione su questa crescente manifestazione di disturbi funzionali. Già 20 anni fa, grazie allo sviluppo di un elettrografo segmentario, in grado di registrare i disturbi funzionali del corpo, ha avuto inizio l’individuazione di tali disturbi.

Diagnosi completa con VEGACHECK

Il VEGACHECK esamina il paziente nel vero senso della parola “da capo a piedi”. L’apparecchio fornisce al medico le indicazioni riguardanti il generale stato di salute del paziente. Laddove esistono disturbi funzionali
elabora un dettagliato referto corredato da grafici. Il VEGACHECK dà indicazioni per la diagnosi e dà anche indicazioni terapeutiche. Il VEGACHECK offre al medico un notevole ausilio per formulare una diagnosi fornendo indicazioni dettagliate su disturbi che spesso non sono riscontrabili con le classiche indagini come radiografie, ultrasuoni, tomografie computerizzate o ricerche di laboratorio.
Con il VEGACHECK si possono individuare focolai di infiammazione, malattie latenti oppure croniche ed allergie/intolleranze. Ma l’aspetto più interessante del VEGACHECK riguarda l’indicazione dell’organo sofferente a monte della catena causale dal quale iniziare la terapia.
Altra peculiarità del VEGACHECK è la possibilità di attuare la PREVENZIONE. Infatti il metodo permette di diagnosticare le patologie ancora in FASE PRECLINICA dando così la possibilità al medico di approfondire la diagnosi con altre metodiche o di intraprendere una terapia mirata che CONTRASTI il processo patologico in corso.

Diagnosi veloci ed oggettive per:

• Psico – Neuro immunologia
• Sistema vegetativo
• Disturbi acuti
• Disturbi cronici
• Tendenze allergiche
• Disturbi organici
• Focolai infiammatori
• Campi di disturbo
• Intossicazioni
• Situazioni di stress
• Infezioni virali, batteriche, micotiche e parassitarie
• Disturbi ambientali
• Geopatie e campi elettromagnetici
• Sistema immunitario

APPLICAZIONE

Il VEGACHECK richiede soltanto sei elettrodi da applicare rispettivamente ai piedi, alle mani ed alla testa. Tramite questi elettrodi vengono trasmesse speciali correnti d’impulso a 13 hertz. Il VEGACHECK misura i parametri elettrici dei singoli segmenti organici. La misurazione avviene attraverso sette aree di misurazione correlate a determinati organi. Le misurazioni di ogni singola area permettono affermazioni a proposito dello stato energetico, della funzione di organi, di gruppi di organi e della loro reciproca influenza.
Un organismo vivente è soggetto a numerose regolazioni – si pensi solo a ritmi quotidiani e mensili. È meno noto invece il fatto che il nostro corpo possiede anche particolari ritmi brevi (nell’ordine di minuti e secondi), strettamente collegati ai processi metabolici.
Il VEGACHECK misura proprio questi ritmi biologici: lo strumento misura i parametri elettrici dei diversi segmenti organici e il loro comportamento di regolazione. Qualsiasi deviazione dalla norma denuncia un determinato disturbo.
Grazie all’enorme casistica, alle ricerche ed agli studi clinici durati decenni il VEGACHECK può classificare queste deviazioni e dare le indicazioni diagnostiche dettagliate.

Le sette aree di Misurazione

  • Area 1
    • Parte sinistra della testa e del viso con orecchio, occhio, naso, tonsille e vertebre cervicali
    • Organi base: seni nasali e paranasali, mascella superiore e Si valuta anche lo stato delle arterie e cioè l’irrorazione e la circolazione sanguigna
  • Area 2
    • Testa con occhi, orecchie, naso e sistema nervoso centrale
    • Organi base: seni nasali e paranasali, mascella superiore, centri di comando ormonale
  • Area 3
    • Parte destra della testa e del viso con orecchio, occhio, naso, tonsille e vertebre cervicali
    • Organi base: seni nasali e paranasali, mascella superiore e inferiore. Si valuta anche lo stato delle vene e l’irrorazione venosa
  • Area 4
    • Torace con alto addome (riferito allo stomaco e all’intestino tenue) e tiroide
    • Organi base: polmoni, cuore, mammelle, stomaco. Si valuta anche lo stato di capelli, pelle, intestino crasso e metereopatia
  • Area 5
    • Parte sinistra inferiore del corpo: stomaco, cuore, polmone sinistro, rene sinistro, anca sinistra e duodeno
    • Organi base: milza, pancreas, colon discendente, rene sinistro
  • Area 6
    • Basso addome con vertebre lombari, tratto urogenitale, retto e articolazioni
    • Organi base: organi del bacino, spina dorsale, articolazioni, gonadi
  • Area 7
    • Parte destra inferiore del corpo: appendice, colon ascendente, fegato, cistifellea, rene destro, polmone destro, anca destra e ileo
    • Organi base: fegato, cistifellea, appendice, rene destro

Proposte terapeutiche

Per le proposte terapeutiche il VEGACHECK si basa su metodiche collaudate e non convenzionali. Per esempio: terapie di drenaggio linfatico, disturbo da cicatrici, risanamento di focolai, risanamento intestinale, terapia delle surrenali, terapia ormonale con SI CARD, terapia SIT (di informazione), terapia antimicotica e antiparassitaria.

“BODY COUNTOURING” OVVERO UN CORPO SU MISURA

Proposte terapeutiche

Per le proposte terapeutiche il VEGACHECK si basa su metodiche collaudate e non convenzionali. Per esempio: terapie di drenaggio linfatico, disturbo da cicatrici, risanamento di focolai, risanamento intestinale, terapia delle surrenali, terapia ormonale con SI CARD, terapia SIT (di informazione), terapia antimicotica e antiparassitaria.

Integrazione Ambulatoriale

Il metodo VEGACHECK è utile per la diagnosi introduttiva generale e si adatta brillantemente al controllo del decorso terapeutico. Può essere integrato benissimo con gli altri metodi diagnostici, anche per la medicina di base. Il VEGACHECK è l’ideale e semplice ponte fra la medicina convenzionale e non poiché permette di sfruttare i vantaggi della medicina nella sua completa accezione per offrire ai pazienti terapie mirate e focalizzate sull’individuo nel suo insieme.

È uno strumento non invasivo utilizzabile in modo illimitato sull’organismo.

È ideale per la prevenzione, la diagnosi preclinica e clinica nonché per il monitoraggio del paziente in fase di pre e post intervento.